21 Settembre 2023
Territorio

Sciacchetrà: una gemma liquida per la cultura enologica italiana e la cosmetica

Introduzione

L’Italia, un Paese rinomato per il suo ricco patrimonio culturale, i paesaggi pittoreschi e le delizie culinarie, è stata arricchita da una grande produzione di vini eccezionali. Tra questi c’è lo “Sciacchetrà”, un vino con una storia vibrante come lo sono i suoi sapori.
Originario dell’incantevole regione delle Cinque Terre, in Liguria, lo Sciacchetrà incanta gli appassionati di vino per i suoi metodi di produzione unici, i rari vitigni e lo straordinario profilo gustativo. In questo articolo ci addentriamo nell’affascinante mondo dello Sciacchetrà, esplorandone le origini, le tecniche di vinificazione e le sue inaspettate proprietà nel campo della cosmetica per contrastare l’invecchiamento cellulare.

Un racconto di tradizione e territorio

Il cuore e l’anima dello Sciacchetrà risiedono nelle uve utilizzate per la sua produzione, che corrispondono ai vitigni di Bosco, Vermentino ed Albarola. Queste uve, coltivate negli stretti terrazzamenti delle Cinque Terre, vengono meticolosamente raccolte a mano, contribuendo all’eccezionale qualità del vino.
L’uva viene lasciata appassire su graticci o appesa a travi, fino a raggiungere una concentrazione di zuccheri tale da trasformarla in un dolcissimo nettare. Le uve vengono pigiate delicatamente e il succo fatto fermentare e invecchiare in piccole botti di rovere, per un minimo di due anni, per far si che il vino possa sviluppare le sue caratteristiche distintive: un’accattivante tonalità ambrata, aroma complesso con sentori di frutta secca, miele e un armonioso equilibrio di dolcezza e acidità.

Dalle uve dello Sciacchetrà, un estratto antiage

Abbiamo scoperto che un particolare blend di uve delle Cinque Terre -Vermentino, Bosco, Albarola- con le quali si ottiene anche lo Sciacchetrà possiede una concentrazione di polifenoli e sostanze antiossidanti molto elevata. Le viti, infatti, sono sottoposte a condizioni climatiche e atmosferiche intense, che stimolano la produzione di sostanze protettive.
I nostri test di laboratorio hanno dimostrato che il nostro estratto d’uva delle Cinque Terre riduce il numero di cellule soggette a stress ossidativo di quasi l’80%. Una scoperta che ha permesso di depositare un brevetto sia per il metodo di estrazione che per la composizione dell’estratto, da cui è nata la linea cosmetica Dionisia.

Un tesoro da preservare

A causa della sua produzione limitata e delle sfide uniche poste dal terreno impervio, lo Sciacchetrà è una gemma rara nel mondo dei vini. La sua esclusività e il suo fascino lo rendono pertanto molto ricercato sia dagli intenditori che dai collezionisti. Sono quindi in corso azioni atte a tutelare e promuovere lo Sciacchetrà, affinché le generazioni future possano continuare a vivere la magia di questo prezioso nettare. Nel nostro piccolo noi di Kidaria abbiamo deciso di adottare una filosofia di produzione che mira alla tutela del patrimonio locale, sposando il concetto di economia circolare. L’ingrediente principe dei cosmetici Dionisia è infatti la vinaccia, abitualmente considerata un materiale di scarto della filiera di produzione del vino.